Congresso Straordinario SNAMI: si’ alla firma tecnica, con nota a verbale e ricorso contro l’Art. 9

0
237

BASTA CON LE NORME CAPESTRO !

Angelo Testa: secondo noi l’articolo 9 è incostituzionale e ricattatorio per cui i nostri legali stanno valutando la liceità dell’esclusione dai tavoli istituzionali delle Organizzazioni Sindacali rappresentative che non hanno firmato gli accordi.

Roma 19 Marzo 2018, Si è concluso ieri il Congresso Straordinario del sindacato autonomo con altissima presenza e attiva partecipazione dei delegati e dirigenti sindacali. Dice Angelo Testa,presidente nazionale dello SNAMI, è alle fughe in avanti delle regioni che vorrebbero sottoscrivere accordi integrativi regionali in mancanza di un chiaro riferimento normativo nazionale ed unanime è stata la condivisione del lavoro svolto dalla delegazione trattante che ha contestato le affrettate modalità dei lavori propedeutici alla discussione della preintesa dell’ACN.Nella sostanza in particolare stigmatizziamo la riduzione del bando delle zone carenti da due ad una sola volta all’anno e la percentuale di riserva dei posti ai medici equipollenti.Inoltre apprezzamento unanime è stato espresso per l’azione posta in essere dall’aver bloccato il paventato aumento del massimale a 1800 scelte,che così come genericamente pensato in prima battuta avrebbe danneggiato i giovani medici che devono entrare nel mondo del lavoro. Ho avuto mandato, conclude il Presidente Testa, di apporre una firma tecnica alla preintesa del 1° marzo,con dichiarazione a verbale in cui lo Snami sottolinea che tale azione ha il solo scopo di non pregiudicare la partecipazione dei propri rappresentanti sindacali ai tavoli istituzionali, in attesa di valutare, da un punto di vista legale, la liceità dell’esclusione dai tavoli istituzionali stessi di Organizzazioni Sindacali rappresentative che non firmino gli accordi.  Il congresso ha chiaramente espresso tutte le criticità dell’articolato sia dal punto di vista normativo ed economico e ha dato ampio mandato al Presidente Nazionale e all’esecutivo di portare avanti le trattative per il rinnovo dell’Acn per definire in particolare la parte contrattuale della Continuità assistenziale,del 118 emergenza urgenza,della medicina penitenziaria e la regolamentazione dello sciopero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here