© Tutti I diritti riservati.


Sanità Regionale: nuova bocciatura del piano di rientro

LastoriaEnnesima bocciatura per il presidente-commissario ad acta, Paolo Frattura sulla sanità. Il tavolo tecnico, riunitosi questa mattina a Roma, ha messo alle strette il governatore che deve ancora spiegare come intende coprire i 210 milioni di euro di debiti contratti dalla Regione negli anni passati. 

 

 

 


Il nodo della discussione con i ministeri di Economia e Salute è tutto qui. A Frattura è stato chiesto anche di migliorare il piano operativo, dicendo che tutto sommato l’impianto generale va bene, ma c’è da integrare e chiarire in che modo riporterà i conti in ordine. In caso contrario la richiesta di commissariamento del commissario sarebbe pronta a partire.

Il subcommissario Nicola Rosato, che assieme al dirigente Antonio Lastoria ha preso parte al tavolo Massicci, è lapidario: «La riunione è terminata poco fa – dice attorno alle 13 – e l’esito non è affatto positivo.

 

Dal 2007 i molisani si ostinano a non capire che devono cambiare la situazione anche attraverso l’elezione di chi li rappresenta». 

Sulla questione del ricorso del comitato Ss Rosario di Venafro che sarà discusso il 3 luglio, lo stesso Rosato spiega: «Abbiamo informato l’Avvocatura dello Stato di far presente al Tar che i comitati civici non hanno titolo ad interferire con decisioni come quelle di cui si sta discutendo. Più si rinvia e più aumenterà il debito, anche i giudici dovrebbero rendersi conto che ritardare le decisioni non fa bene al Molise perché ritarda le azioni di riordino»

Primonumero

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter


Contatti


Esecutivo Regionale SNAMI

Presidente

Dott. De Gregorio Giuseppe

Vice Presidente

Dott. Perrella Antonietta Anna

Segretario Organizzativo

Dott. Federico Di Renzo

Tesoriere

Dott. Ruo Michele

Addetto Stampa

Dott. De Socio Antonia

© Tutti i diritti riservati. Realizzato da Unopuntozero.

Torna Sopra