SNAMI scrive all’ASReM sulla questione dei medici del 118 interessati dal provvedimento del 31 marzo scorso

0
504

Al Direttore Generale ASReM: Dottor Oreste Florenzano

Ai Direttori dei Distretti Sanitari: Dott.ri: Lucio De Bernardo, Giovanni Giorgetta, Rosa Iorio

Prot. 07/AP/2020                                                                                   

Oggetto: Conferimento incarichi di CA per medici 118 interessati dalla delibera n. 92 del 31.03.2020 

La scrivente O.O.S.S.,

Visti

  • L’avviso, pubblicato sul sito aziendale in data 16/01/2020, per la predisposizione di graduatorie aziendali di medici disponibili ad eventuale conferimento di incarico provvisorio, a tempo determinato o di sostituzione nella Continuità Assistenziale (PROT.n.4631),
  • la Graduatoria per il conferimento dei suddetti incarichi, pubblicata sul sito aziendale in data 08/04/2020 (Provvedimento Dirigenziale n.34 del 08/04/2020),
  • le Delibere del Commissario Straordinario con cui venivano accettate le dimissioni dal Servizio di Emergenza Territoriale di 7 Medici del 118 divenuti Titolari di incarico a tempo indeterminato di Assistenza Primaria

Considerato

Che, con la Deliberazione del Direttore Generale n. 92 del 31.03.2020 viene differito il passaggio dei suddetti Medici dal Servizio di Emergenza Territoriale 118 al Servizio di Assistenza Primaria, ed eventuale Continuità Assistenziale, al fine di non creare pesanti disfunzioni nel suddetto Servizio di Emergenza Territoriale

                                                                       Propone 

Che tutti i Medici utilmente collocati nella graduatoria di disponibilità della Continuità Assistenziale ma ancora in servizio presso il 118 (come indicato nella suddetta Delibera) fino al 31.05.2020 o, eventualmente, fino alla precedente data in cui si riesca a reperire nuovo personale medico che possa essere inserito nel servizio di Emergenza Territoriale 118 (e fatta salva la facoltà di proroga delle disposizioni sino alla conclusione dell’emergenza epidemiologica Covid-19), vengano convocati per il conferimento degli incarichi a tempo determinato di Continuità Assistenziale, e che siano garantite agli Stessi, impossibilitati – al momento- ad accettare l’incarico per i motivi di cui sopra, sia la possibilità di scegliere la Sede di C.A. all’atto della convocazione, sia la possibilità di essere ammessi a svolgere il servizio di Continuità Assistenziale, per il tempo residuo di durata, al termine della situazione emergenziale.

 

            D.ssa Antonietta Anna Perrella

Responsabile Regionale Continuità Assistenziale

Comunicazione 07_20

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here